Revolution Slider ERRORE: Slider with alias not found.
Maybe you mean: 'home' or 'homepage' or 'torreslider'
Ricerca avanzata
Abbiamo trovato 0 risultati. Do you want to load the results now ?
Ricerca avanzata
Abbiamo trovato 0 risultati

Your search results

Shou Sugi Ban: la tecnica giapponese per rendere ETERNO il legno

Posted by csabattini on 31 Agosto 2016
| blog
| 0

Il dubbio che assale molti quando si approcciano ad una casa in bioedilizia in legno è : “Oddio, essendo in legno chissà di quale enorme manutenzione avrà bisogno l’esterno!”

Questo mi fa di solito capire che la conoscenza del mio interlocutore relativa alle case in bioedilizia è ancora modesta e , all’inizio, ci sta. La prima volta che parlo di case in legno ad una persona che ne è totalmente a “digiuno” vedo un suo momentaneo “distacco” dal discorso dove la sua mente ne approfitta e vola ad una raffigurazione delle casette in legno di solito posizionate in giardino….

Una delle prime informazioni che forniamo relativamente alle case in legno è che l’esterno ha, nella maggior parte dei casi, esattamente la medesima manutenzione di una casa in muratura in quanto le facciate sono rifinite con l’intonaco e la tinteggiatura che troviamo comunemente in edilizia. La struttura interna viene quindi preservata , anche grazie ad altre importanti e fondamentali coibentazioni, dagli agenti atmosferici.

Oggi però ti svelo una tecnica che in pochi conoscono e che permette di evitare le aggressioni degli agenti atmosferici sul legno anche se posizionato all’esterno. Si perché una facciata che presenta anche inserti in legno è meravigliosa e se la manutenzione è zero lo è ancora di più.

Questa tecnica è praticata da tempo immemore in Giappone e si chiama Shou Sugi Ban. Si tratta di un trattamento superficiale ecologico, totalmente naturale e assolutamente non tossico che permette al legno di essere resistente agli agenti atmosferici e al fuoco.

Si hai letto bene, legno resistente al fuoco.

Il trattamento consiste in un processo termico controllato di carbonizzazione della superficie del legno. In pratica le bruciature provocate dal fuoco non lo danneggiano ma addirittura lo preservano senza creare deformità o curvature, arricchendolo di prestazioni di altissimo livello tecnico.

Il Shou Sugi Ban utilizza il vapore e il calore per sigillare i pori del legno , trasformandolo in ignifugo e impermeabile all’umido e all’acqua (evitando così il rischio muffe e funghi).

Si hai capito bene anche stavolta, un legno che resiste al fuoco e all’acqua.

Questa tecnica può essere applicata a qualsiasi tipo di essenza; non devi quindi dover per forza acquistare essenze esotiche, note per le loro caratteristiche di resistenza (ma anche molto costose) ma puoi trasformare le specie più diffuse nella tua zona (e quindi molto meno costose e più reperibili).

Oltre a rendere ignifugo ed impermeabile il legno, questa tecnica migliora la capacità isolante e fonoassorbente. Oltre a questo il Shou Sugi Ban aumenta la resistenza agli agenti chimici, agli UV e consente di portare il legno esposto alle intemperie ad un ciclo di vita superiore ai sessant’anni.

Durante il procedimento il legno perde alcuni dei suoi composti, diventando un po più fragile e riducendone la sua naturale elasticità; per questi motivi la sua applicazione non è negli elementi strutturali dell’edificio ma è ideale per finiture estetiche esterne, rivestimenti , mobili (da interno ed esterno) e per l’interior design grazie alla sua forte componente estetica che lo caratterizza e distingue.